Madagascar 3: Ricercati in Europa

Regia: Eric Darnell, Tom McGrath, Conrad Vernon
Anno: 2012

Un nuovo film d’animazione della DreamWorks, uscito nelle sale lo scorso 22 Agosto, già  apparso al Festival di Cannes 2012, è il terzo capitolo delle avventure che vede di nuovo come protagonista il simpatico quartetto formato dal leone Alex, la zebra Marty, l’ippopotamo Gloria e la giraffa Melman.

Li avevamo lasciati alle prese con la natura incontaminata del continente africano, dove erano finiti nel tentativo di scappare dallo zoo di New York, luogo in cui ora vogliono a tutti i costi tornare. Per far ciò sono disposti a mettersi di nuovo in gioco insieme ai loro immancabili compagni di viaggio, i pinguini, i quali si sono nel frattempo concessi una piccola vacanza a Montecarlo. Ben presto però arrivano guai ed imprevisti a disturbare il loro ritorno: verranno inseguiti  dalla perfida agente di polizia Dubois, che farà di tutto per mettere loro i bastoni fra le ruote.

Nel loro viaggio attraverso le maggiori città d’Europa, i protagonisti compreranno un circo e stringeranno amicizia con altri simpatici animali, tutto allo scopo di tornare nel loro habitat naturale fatto di recinzioni e cemento della Grande Mela. Alla fine, sarà davvero ciò che vogliono?

Sicuramente per i tre registi (Eric Darnell, Tom McGrath, Conrad Vernon) non sarà stato facile ottenere ricostruzioni sceniche delle varie città europee così vicine alla perfezione. Ancora una volta (come fu per Kung Fu Panda nel 2011)  il loro genio è riuscito a creare un mix di successo che prevede, quindi, per l’ambientazione un bel dieci e lode. Anche i doppiatori storici del film (Ben Stiller, Chris Rock, David Schwimmer, Jada Pinkett Smith) e quelli nuovi (Brian Cranston, Jessica Chastain, Martin Short) hanno contribuito a rendere i personaggi sempre più realistici.

Inoltre, per questo episodio c’è stato il passaggio al 3D, una delle evoluzioni tecniche più in voga in questo periodo, che qui viene particolarmente usato per valorizzare le strabilianti acrobazie circensi degli animali.

La trama è molto semplice, adatta ad un pubblico giovane e l’intreccio è ridotto al minimo, ma gli spunti di riflessione sono interessanti, a partire proprio dal confronto zoo/aria aperta o zoo/circo. Non si può negare che sia una commedia molto divertente e spensierata, altamente consigliata per una serata da trascorrere in famiglia.

[adsense]

2 Comments

  1. Daniele 5 ottobre 2012
  2. Maya 1 maggio 2013

Add Comment