La donna alla finestra

0
62
La Donna Alla Finestra

Regia: Joe Wright
Anno: 2021

Immaginate di soffrire di agorafobia, e di passare ogni giorno chiusi in casa tra sedute di psicoterapia e le attenzioni di un gatto bianco. Vi dedichereste probabilmente a guardare dai vetri delle finestre quello che succede fuori. E se durante una delle vostre “sbirciatine” foste testimoni di un omicidio avvenuto nella casa di fronte e incapaci di intervenire? Chiamereste la polizia, giusto? ma vi crederebbero trovandovi in stato semiconfusionale a causa di psicofarmaci ed alcool?

Questa è sostanzialmente l’idea di fondo sulla quale si basa questo particolare film scritto dal premio Pulitzer Tracy Letts e diretto da Joe Wright (Orgoglio e pregiudizio 2005).
Amy Adams, vincitrice di due Golden Globe come miglior attrice per “American Hustle”, nonché compagna di Superman nella serie di film targata DC “L’uomo d’acciaio” “Batman Vs Superman” e “Justice League” e scusate se è poco, interpreta in modo davvero credibile il ruolo della dott.ssa Anna Fox, donna psicologicamente fragile e costretta in casa dall’agorafobia.

Si tratta infatti della paura di spazi o luoghi aperti e comporta un progressivo attaccamento alle mura domestiche, la difficoltà ad uscire se non accompagnati e la presenza di stati ansiosi più o meno gravi in situazioni di disagio soprattutto a contatto con il mondo esterno.

La casa diventa il luogo più sicuro del mondo e in questo caso è anche il set dove si sviluppa la quasi totalità del film. Grazie alle splendide inquadrature, non potrete fare a meno di notare scale su scale, tante stanze, un seminterrato, un attico incantevole e vi chiederete ma dove abita questa donna?

L’ultima scena del film, probabilmente chiarisce meglio tutto ma per non farvi stare per 100 minuti con questa domanda in testa proviamo a capire qualcosa a riguardo. Si chiamano Townhouse e sono sostanzialmente case a schiera dai 3 ai 5piani senza ascensore, tipiche di New York e di alcune città storiche del New England. Vennero costruite principalmente nel diciannovesimo secolo fino al 1920 ed alcune vengono chiamate anche Brownstones per via del materiale impiegato nella costruzione ovvero l’arenaria rossa.

Di solito sono edifici attaccati l’uno all’altro, con l’ingresso principale direttamente su strada e uno sul retro dove talvolta è presente un piccolo giardino, e tendenzialmente sono pensati per un’unica famiglia, anche se sta prendendo piede l’abitudine di ristrutturarle ricavando più appartamenti da poter affittare. Quindi non è così strano che ci viva una persona sola e che magari decida come nel caso del film di creare un appartamento indipendente nel seminterrato e di affittarlo, ma non sempre capita come inquilino l’attore ed ex hockeista sul ghiaccio Wyatt Russel (Cowboys & Aliens).

Nel cast troviamo anche Gary Goldman, iconico Sirius Black nella saga di “Harry Potter” e vincitore di Premio Oscar, Golden Globe, Premio BAFTA, Critics Choice Awards e Screen Actors Guild Awards come miglior attore protagonista grazie alla sua interpretazione di Winston Churchill nel film biografico “L’ora più buia” del 2018, nel quale è stato diretto proprio dallo stesso regista Joe Wright.

Interpreta il ruolo di un vicino di casa a dir poco inquietante e dal dubbio passato, che sembra essere troppo violento con il proprio figlio un po’ problematico avuto con la divina Julianne Moore, la quale con un breve ma significativo ruolo lascia comunque il segno in questa pellicola.

Del resto non c’è da stupirsi parlando di un’attrice con una carriera iniziata nel 1990 e fatta di un’infinità di film Cult come “Jurassic Park”, “Boogie Nights”, “Hannibal”, “Still Alice”, “Hunger Games”, con i quali ha potuto collezionare numerosi premi tra i quali un Oscar, un Golden Globe, il BAFTA, lo Screen Actors Guild Award, tutti per essere stata la migliore attrice, e numerosi altri riconoscimenti quali un Orso d’Argento al festival di Berlino, un Prix al Festival di Cannes e 2 Coppe Volpi alla Mostra del Cinema di Venezia.
Nel film c’è anche spazio per un cameo di Anthony Mackie, il Falcon della saga degli Avengers.

Il film sarebbe dovuto uscire nelle sale cinematografiche a Maggio 2020 ma a causa della pandemia mondiale, l’uscita è avvenuta solo il 14 Maggio 2021 sulla piattaforma Netflix, quindi se siete amanti dei Thriller psicologici interpretati da cast stellari, sapete dove trovarne uno davvero interessante.